Opere Pubbliche

TERRENO EDIFICABILE

Stampa PDF

LOTTIZZAZIONE ABRENUNZIO: UN’OCCASIONE PER LE ATTIVITA’ “VERDI” DA NON PERDERE!

La lottizzazione Abrenunzio  è stata realizzata per ospitare una nuova area produttiva in località Stuffione (Comune di Ravarino), ed è situata tra la via Provianciale “Muzza”, strada in fase di potenziamento, e l’oasi naturalistica del Biancospino.

Il comparto offre lotti di varia metratura e non frazionati per soddisfare le esigenze più varie, una viabilità veicolare, pedonale e ciclabile particolarmente curata, una meticolosa attenzione al verde di comparto, il tutto in fregio ad un’oasi naturalistica e faunistica comprendente un antico macero con sponde in mattoni.


Un contesto come quello di Abrenunzio auspicherebbe l’insediamento di imprese a basso impatto ambientale, che potrebbero giovarsi dell’inserimento in una cornice congeniale per ottenere le certificazioni ambientali più prestigiose, ad un prezzo (euro 80 al mq.) irripetibile.

Per ulteriori info: www.capmodena.it

 

CICLABILE IN VIA ANTONIO GRAMSCI PERCHE' NO?

Stampa PDF

dall'ARCHIVIO del COMITATO:

CICLABILE IN VIA ANTONIO GRAMSCI PERCHE' NO? 

Lunedì 30 novembre l’Amministrazione del Comune di Ravarino ha presentato ad alcuni cittadini residenti in via Gramsci una bozza di progetto per la riqualificazione della via con un costo previsto di circa 180.000 €. (Dalla Delibera di Giunta n. 65 del 14/10/2009)
Il progetto proposto prevede principalmente l’innalzamento degli incroci con le vie Curiel e Costa per ridurre la velocità, e il mantenimento sui due lati della strada di marciapiedi e per un breve tratto è stata prevista un’aiuola che affianca un marciapiede.

Via Gramsci prima dell'intervento di rifacimento, a destra il marciapiede che rimarrà un marciapiede


Se in parte il progetto è condivisibile:
• per l’aumento della larghezza di un marciapiede, da 1 m a 1,50 m.
• per l’aumento del numero dei parcheggi di 10 posti auto.
• per l’innalzamento degli incroci.


Per un punto siamo fortemente contrari: il fatto che non sia stata prevista una pista ciclabile.
Non si stratta di una scelta di “Sinistra” di “Centro” o di “Destra”, ma di una scelta operata nel Buon Senso a favore dell’Ambiente e della Riqualificazione del Territorio.


La larghezza della via consentirebbe l’inserimento di una pista ciclo/pedonale a doppio senso, e nella parte terminale, tra via Costa e via Muzzioli, il marciapiede è già sufficientemente largo da ospitare delle biciclette, pertanto la spesa non aumenterebbe significativamente.

L’inserimento di un percorso Ciclabile in Via Gramsci consentirebbe anche ai più piccoli di circolare in sicurezza, permettendogli di andare a scuola in bicicletta senza mescolarsi alle auto. Si permetterebbe il collegamento della Piazza ai Parchi urbani, e alla Scuola Elementare, per poi proseguire in via Muzzioli e via Piave, fino a via Cesare Battisti, si arriverebbe in bicicletta a Castel Crescente e nella via Viazzola, percorrendo strade poco trafficate. Sarebbe un primo passo verso quel percorso che in futuro potrà valorizzare i beni storico-ambientali del territorio, dall’Abbazia di Nonantola si potrebbe arrivare tranquillamente a Castel Crescente in bicicletta, ma forse noi siamo UTOPISTI.

Nonantola, Via Pieve: qui sembra che la "ciclabile" non crei problemi ai passi carrai

 


Il fatto è che per pensare la viabilità di un territorio occorre una visione e una conoscenza più ampia delle criticità, che non si limiti al singolo intervento, come ad esempio “via Gramsci”, occorre quella programmazione del territorio che l’attuale PRG non offre più, non vorremmo pensare che a qualcuno fa comodo questa situazione e questo immobilismo, ritenendo che l’auto è la soluzione a tutti i mali.
La difesa dell’ambiente passa infatti da tante piccole cose, che sommate fanno risparmiare in emissioni inquinanti, migliorando la qualità della vita di tutti.
Ovunque si sente dire che serve fare moto, e che i mezzi di trasporto inquinano, ma se le amministrazioni non mettono a disposizione percorsi ciclo-pedonali riservati e sicuri, come faremo a cambiare le nostre abitudini poco salutiste?

Questa nota vuole esplicitare l’idea che ha il Comitato in merito alla viabilità: una mobilità, dolce e non inquinante, al contrario di quanto si è realizzato nella rotatoria “ex fornace” tra le Vie: Confine, Rugginenta, Di Mezzo Ponente (Crevalcore), nella quale le precedenti Amministrazioni: Comunale e Provinciale NON hanno previsto un’attraversamento Ciclo/Pedonale, costringendo le biciclette a percorrere la rotatoria tra i mezzi pesanti e le auto. E gli incidenti, con coinvogimento di ciclisti sono sempre più frequenti.

Ravarino: Intervento del 118 in un'incidente tra auto e bicicletta all'incrocio tra via Confine e via Rugginenta, successivamente è stata realizzata una rotatoria, ma non è stato previsto NESSUN ATTRAVERSAMENTO PER BICICLETTE


    

 

  Il Comitato di Tutela Ambientale
                 “Castel Crescente”

 

Myblog Archive

| + - | RTL - LTR
canakkale canakkale canakkale truva search
escort bayan escort bayan
bondage porn movies blowjob porn movies big butts porn sex tube free porn sex movies porno videos free pornnnn sex teens porn videos shemale porn girls porn xxx porn films porno videos free sex videos free porntube sex porn sex movies free you porn sex tube free sex movies teens porn videos fetish girls porn group sex porn latina girls porn medical girls porn freesex tube movies free sex videos free sex porn videos free porn videos