www.decorourbano.org

Al Sig. Sindaco del Comune di Ravarino

Stampa PDF

Il Comitato Castel Crescente ritiene doveroso da parte dell’Amministrazione Comunale dare risposte ad alcune semplici domande che da tempo sono sul tavolo:


a) È passato quasi un anno da quando gli amministratori si sono presi l’impegno di adottare un sistema di monitoraggio che permettesse ai cittadini di denunciare problemi di degrado ambientale e puoi seguirne gli sviluppi, il tutto via internet;


b) È da qualche mese che si è chiesto di verificare, insieme al gestore Geovest, la fattibilità dell’attivazione di una convenzione per lo smaltimento di cd e dvd;


c) Anche la predisposizione di zone per orti da affidare ai cittadini risulta non essere ancora partita e neanche il censimento degli eventuali richiedenti, perché siamo più che d’accordo con l’area sgambamento cani, così magari evitiamo di dover guardare continuamente per terra mentre passeggiamo, ma anche dare la possibilità di dilettarsi in un orto a chi lo desidera ci sembra doveroso.


Inoltre si ritiene che alcuni proposti andrebbe perseguiti, come quello di iniziare gli incontri con altre zone del territorio per implementare la raccolta porta a porta, vista l’esperienza già iniziata a Casoni ed in una parte di Stuffione, all'assemblea di Stuffione era stato prospettato un veloce coinvolgimento del resto del paese, ma ad oggi nulla è stato fatto.


Restano poi dei punti critici che bisogna, a nostro avviso, eliminare come ad esempio i bidoni di Via Giambi angolo Via Rugginenta che fanno assomigliare quell’angolo ad una “discarica”, come del resto andrebbero aumentati  controlli e sanzioni contro chi abbandona rifiuti in luoghi non deputati a tale fine.


Non si è capito l’orientamento dell’Amministrazione in merito all’ampliamento dell’impianto di compostaggio di Via Larga, che a livello almeno olfattivo non è questione indifferente ai cittadini di Ravarino.


Andrebbe poi aumentato, a nostro avviso, l’investimento in educazione al rispetto del territorio nelle scuole, anche con uscite sul campo delle scolaresche, iniziative come “fiumi puliti” metterebbero i ragazzi davanti alla realtà dei nostri “fossi”, iniziative che l’amministrazione ha detto di voler promuovere ma al momento non ci risulta che ne siano state organizzate.


Vi sono poi questioni non palesemente pertinenti con l’Amministrazione, essendo private, ma che vanno ad incidere sul territorio, come la seria probabilità che le siepi cresciute in questi anni al confine con l’abitato di Stuffione scompaiano a seguito della vendita del terreno a soggetti terzi che passando dall’attuale coltivazione biologica a quella tradizionale, legittimamente le estirperanno. Questo se dal lato economico non fa una grinza da quello ambientale e della preservazione delle biodiversità ne farà tanta, facendo venir meno alcuni dei già pochi angoli poco contaminati del territorio, quindi il comitato invita l’Amministrazione, per quanto possibile, a cercare di incentivare il mantenimento di queste aree.


Il Comitato vorrebbe rimanere un interlocutore per l’Amministrazione, ma questa deve mantenere gli impegni e dare risposte ai quesiti, altrimenti si perde la reciprocità, e di conseguenza la fiducia.

Ravarino lì 07/07/2015


 

Parco delle Rimembranze - Stuffione - 2-6-15

Stampa PDF

02 Giugno 2015
Un bel giorno, in cui molti cittadini hanno potuto e voluto presenziare all’inaugurazione del “rinato” Parco delle Rimembranze a Stuffione.
Un plauso all’Amministrazione che ha restituito ai cittadini un simbolo della nostra storia e che ci si augura non abbia a ripetersi, oltre che un angolo di paese ora usufruibile.
Il coinvolgere nelle varie fasi i cittadini su “cose” concrete è sicuramente una scelta molto apprezzata, e va nella giusta direzione per riavvicinare la gente comune e far sì che si interessi attivamente della “cosa pubblica”, da questo lato i margini di miglioramento da parte anche della nostra amministrazione non mancano.
Ma in questa occasione il nostro pensiero corre al 24 maggio 1915, 100 anni or sono, quando la nostra nazione è entrata in una guerra lunga e sanguinosa, che ha cancellato generazioni di uomini. Una guerra che non ha risparmiato nemmeno un angolo d'Italia per contributo in vite umane.
Occorre quindi riflettere perché la pace regni sul nostro mondo, ma questo può avvenire solo cercando di coinvolgere ed includere, sapendo ascoltare e facendo tesoro del contributo di tutti, senza però che questo diventi solo un modo per non fare.
Buon 2 giugno 2015 festa della Repubblica Italiana, 69 anni fa il referendum che cambiò volto al paese, decretando la fine del periodo monarchico e fu la prima partecipazione delle donne al voto .

 

Bomporto

Stampa PDF

 

 

Nonantola

Stampa PDF

 

 

Pagina 1 di 2

<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Myblog Archive

| + - | RTL - LTR
canakkale canakkale canakkale truva search
escort bayan escort bayan
bondage porn movies blowjob porn movies big butts porn sex tube free porn sex movies porno videos free pornnnn sex teens porn videos shemale porn girls porn xxx porn films porno videos free sex videos free porntube sex porn sex movies free you porn sex tube free sex movies teens porn videos fetish girls porn group sex porn latina girls porn medical girls porn freesex tube movies free sex videos free sex porn videos free porn videos